Fritto misto

Dire No Mafia a Palermo è una Passìata

giugno 16, 2016
No Mafia

No Mafia

A Palermo, se ti vuoi fare una passìata culturale basta che alzi gli occhi e vedi monumenti di qua e di là con tanto di insegne sulle date e tutto il resto. Ma metti caso che vuoi sapere pure se dove stai camminando è stato ammazzato qualcuno. Metti che vuoi camminare e ripercorrere la storia della mafia cittadina e delle sue vittime eccellenti.

Allora basta prendere il telefonino in mano e scaricarsi un’app che ti conta la storia di tutti quelli che hanno perso la vita per mano criminale. Un lungo elenco che ti fa rivivere con immagini e racconti chi erano questi morti ammazzati, che cosa facevano nella loro vita. Un modo per ricordarli e per contribuire alla memoria storica di una città che, anche per la mafia, è stata conosciuta in tutto il mondo.

L’applicazione si chiama NOma (che sta per No Mafia) ed è stata inventata dall’associazione Sulle nostre gambe, con una serie di aiutanti che contano. E siccome le storie vengono aggiornate e i protagonisti aggiunti, perché purtroppamente assai sono, metti caso che uno non ha chiffare, male non fa sapere chi erano questi morti ammazzati. Che uno scopre certe volte che magari sotto casa ci fu qualche sparatoria e così via.

Insomma, a piedi o con telefonino fatevelo un giro.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply